Gestione del Tempo

Gestione del tempo: la tua è naturale o volontaria?

Gestione del tempo: se hai una piccola impresa so già che ogni tua giornata è una lotta contro il tempo. Il pensiero comune è che se hai un’azienda piccola, non hai tante cose da fare, e che quindi gestire pochi collaboratori o pochi fornitori sia un gioco da ragazzi.

In realtà non è proprio così. Anche l’imprenditore che segue una piccola realtà combatte ogni giorno contro l’entità che viene definita tiranna: il tempo.

Gestire appuntamenti, ordini, pagamenti, risorse umane, può diventare un incubo se di base non esiste organizzazione e consapevolezza. Eh sì, a te sembrerà strano ma essere consapevoli del tempo che scorre sarebbe già un punto a tuo favore.

Come puoi fare, quindi, a gestire al meglio il tuo tempo, partendo dalla consapevolezza che questo scorre impetuoso?

Prima di tutto devi sapere che la gestione del tempo può essere:

  • Naturale
  • Volontaria

Cosa significa? Qual è la differenza?

La gestione del tempo naturale è quella che tutti noi adottiamo quotidianamente, senza pensare se siamo efficaci o meno. Quando gestiamo in modo naturale, spontaneo, il nostro tempo, tendiamo a fare:

  • Ciò che ci piace, prima di ciò che non ci piace
  • Ciò che può essere sbrigato in fretta, prima di ciò che richiede molto tempo
  • Ciò che è facile, prima di ciò che è difficile
  • Ciò che sappiamo fare, prima di ciò che non sappiamo fare
  • Ciò che è urgente, prima di ciò che è importante
  • Ciò che gli altri ci impongono, prima di ciò che abbiamo scelto noi

Se hai letto bene questo elenco, avrai già capito che dare priorità a quello che ti piace, che puoi fare velocemente, che è semplice, che sai fare, che è urgente e, peggio ancora, che ti impongono gli altri, nel lungo periodo può diventare un vero problema difficile da gestire.

La domanda è: perché tendiamo ad agire in questo modo?

Perché siamo abitudinari. Quello che io ho definito naturale in questo articolo, è in realtà abitudine. Ammettilo: non ti sei mai soffermato veramente a pensare alla gestione del tempo legata alla tua attività. Hai continuato a ripeterti “il tempo è tiranno”, “non ho tempo”, “vado di corsa!” senza mai pensare a come fare per tirare il fiato e costruire un rapporto sereno con il tuo tempo.

Giusto?

Non ti preoccupare, a tutto c’è un rimedio: una volta individuato il problema, possiamo concentrarci su come risolverlo.

Come possiamo rompere, quindi, questo schema e modificare la nostra gestione del tempo?

Semplice: passando a una gestione volontaria, dove la tua barca è governata da te che stai al timone e non dai venti che soffiano. Devi imparare a lavorare per priorità.

La prossima volta parleremo solo di priorità. Esistono, infatti, tanti metodi che ti aiuteranno a capire come determinarle: in questo modo non perderai tempo in ciò che non ti può dare grandi risultati.

Voglio però darti 6 consigli, per iniziare a gestire il tuo tempo in modo volontario:

  1. Ritaglia un periodo di tempo nell’arco della giornata in cui nessuno può disturbarti;
  2. Individua i momenti della tua giornata in cui sei più produttivo e dedicali alle cose più importanti;
  3. Impara a dire di no;
  4. Evita di fare cose di poca importanza (Facebook, e-mail ogni 10 minuti, WhatsApp);
  5. Delega tutto ciò che puoi;
  6. Anticipa i problemi: la persona intelligente li risolve, il saggio li previene.

Ti è piaciuto questo argomento e vuoi approfondire?

Leggi l’articolo ho scritto la settimana scorsa, ho riservato per te 7 consigli per una gestione del tempo consapevole ed efficace!

E poi, continua a seguirmi su questo blog: la prossima settimana parleremo di priorità! 😉

Luana Scanu, Story Trainer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *