Gestione del Tempo

Gestione del tempo: i 5 grandi nemici (interni) che ti fanno perdere tempo

Quando si parla di gestione del tempo gli imprenditori, i liberi professionisti, i freelance e tutti coloro che fanno un lavoro autonomo e auto-gestito, aguzzano le orecchie e prestano attenzione.

Perché? Semplice, la gestione del tempo è il tallone d’Achille di tutti coloro che non lavorano alle dipendenze di altri e che hanno la possibilità di gestire il proprio tempo e la propria libertà.

Generalmente tutti cadiamo nella tentazione di procrastinare, lasciare dei lavori all’ultimo momento, rinviare ciò che non ci piace fare. Quello che forse non hai mai notato è che spesso la cattiva gestione del tempo dipende dal tuo stato d’animo. Ti sembra esagerata come affermazione?

Segui il mio ragionamento…

Uno stato d’animo che tende verso il basso, che chiameremo discendente, è caratterizzato da sensazioni ben precise e chiare: incapacità di concentrazione, superficialità, lentezza, apatia, approssimazione, frustrazione, convinzioni limitanti, paura. Potrei andare avanti con il mio elenco ma mi fermo qui, credo di aver reso l’idea.

Perché accade questo e cosa c’entra con la gestione del tempo? Perché in determinati periodi della nostra vita affrontiamo situazioni difficili che ci trasportano in una fase down e siccome per affrontare il proprio nemico bisogna conoscerlo, ecco perché oggi ti parlerò dei 5 grandi nemici della gestione del tempo.

Il tuo primo grande nemico è il non so:

  • Non so come risolvere un problema
  • Non so se lanciarmi in questo nuovo business
  • Non so se ho fatto la scelta giusta
  • Non so se ho scelto il lavoro giusto per me
  • Non so se avrò successo

La poca convinzione su ciò che fai ti porterà pian piano a perdere motivazione e la perdita di motivazione è nemica della buona gestione del tempo aziendale. Se non ci credi, se non hai una visione, non potrai mai pensare di poter organizzare al meglio la tua attività.

Il tuo secondo grande nemico è l’ansia:

  • Non voglio deludere i miei collaboratori
  • Non mi sento adeguato
  • E se non ce la faccio?
  • Se mi rifiutano?
  • E se non sono all’altezza?

L’ansia è uno stato di “rapimento mentale”, durante il quale la persona in ostaggio non è in grado di reagire positivamente agli stimoli e ai pensieri negativi che l’ansia può creare. In questo caso, dovrai lavorare sodo per modificare la percezione di ciò che ti accade attorno, cercando di credere di più nelle tue capacità e di dare fiducia non solo a te stesso ma anche a chi lavora al tuo fianco.

Terzo grande nemico, la resistenza:

  • Io non cambio idea
  • Ho sempre fatto così
  • Nessuno accoglierà questo nuovo business
  • Ho tanti impegni, non ne vale la pena
  • Non ci vedo grandi possibilità

Accogliere il nuovo crea sempre una certa resistenza, ed è la sensazione che proviamo tutti di fronte alle novità. Il problema è che la resistenza ai cambiamenti ti può portare a rimanere bloccato e a non compiere passi in avanti. D’altronde ormai dovresti saperlo: dietro a un grande cambiamento c’è sempre una grande opportunità. Abbatti le tue resistenze e accoglilo, male che vada ci guadagnerai qualcosa! 😉

Stiamo arrivando in fondo alla lista e ti presento il quarto grande nemico della gestione del tempo, la frustrazione:

  • Non ne sono mai stato capace
  • Non me ne va bene una
  • Sono proprio sfortunato
  • Nessuno sta mai dalla mia parte
  • Come sempre nessuno mi aiuta

La frustrazione è uno stato di profonda sconfitta che si presenta di fronte a situazioni che sembrano insormontabili. Ma attenzione alle parole della mia frase: sembrano. Sì, perché la frustrazione nasce da una convinzione di incapacità che non è detto sia reale. Quindi, sollevati le maniche e affronta le situazioni, sfodera tutte le tue risorse, solo così potrai sapere se un problema è insormontabile o meno!

Infine, il quinto grande nemico, la falsa partenza:

  • Avevo tanto entusiasmo!
  • I primi giorni ero convinto di farcela
  • Quando ho iniziato a progettare ho mollato, non funzionava
  • Non arrivo mai in fondo
  • Non porto a termine ciò che inizio

Sicuramente conoscerai almeno un “entusiasta” o magari lo sei tu stesso. Per quando possano avere e donare energia immediata appena si innamorano di un progetto, in maniera direttamente proporzionale riescono a perderla tutta, come un palloncino che si sgonfia a causa di un microscopico foro. Questo atteggiamento viene definito “falsa partenza” ed è chiaramente una perdita di tempo, perché all’entusiasta manca un piano d’azione e si innamora almeno una volta alla settimana!

Se hai prestato attenzione a ciò che ho scritto, avrai notato che per ogni grande nemico della gestione del tempo, ti ho segnalato in neretto delle parole: i grandi alleati.

Visione, capacità, guadagno, risorse e piano d’azione: sarà questo l’argomento che affronteremo la prossima settimana!

E tu, combatti almeno con uno dei grandi nemici della gestione del tempo che ti ho presentato? Come li affronti? Scrivilo nei commenti qui sotto! 😉

Luana Scanu

Story Trainer

http://www.luanascanu.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.